sabato 1 agosto 2020

"SERGIO ELETTO" P.S.I. : - SARO' SOCIALISTA SENZA PARTITO COME "IGNAZIO SILONE"

PREFERISCO ESSERE UN SOCIALISTA SENZA PARTITO ANZICHE MILITARE NEL PSI DI OGGI ------- di SERGIO ELETTO 

Io penso che chiunque abbia un minimo di istinto “socialista” che alberga ancora dentro la propria anima non possa assolutamente accettare di (ri)scendere in campo al fianco di chi ha formulato una riforma del lavoro dove, testualmente, viene “introdotto il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti” e, ancora più nauseante, dove “il datore di lavoro riceve la possibilità di licenziare senza giusta causa un proprio dipendente”, dando così un calcio al fondo schiena dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, seminale conquista cui proprio la migliore tradizione del socialismo riformista ha dato linfa e corpo. Mi viene difficile persino nominarlo il nome dell’odioso job act, quindi mi è ancora più difficile restare a galla come semplice militante in una realtà che non ha il coraggio di tenersi strette le proprie tradizioni e di farne tesoro. Anzi, sembra provarne anche un po' vergogna, viste alcune sortite di qualche esponente regionale, carpite di recente, che invitavano in fase di preparazione elettorale a fare molta attenzione proprio nell’utilizzo del simbolo del partito. Altrimenti, secondo loro, chi ci avrebbe più votato? Qualche accenno al passato ci dimostra, invece, il contrario, a partire dall’esperimento della lista Insieme che, all’epoca delle ultime politiche, ricevette persino la benedizione di Romano Prodi, abbia portato tanto lontano. Una lista composta da quattro realtà differenti che, se non erro, raccolse in totale la percentuale dello 0,6, la cui fetta raccolta dal PSI arrivò al massimo a sfiorare lo 0,2 di voti ottenuti. E non mi pare che nemmeno la successiva scelta di fare la fusione completa con +Europa per le passate Europee abbia fatto meglio: risultato di certo più ampio, ma ottenuto al costo di far oscurare completamente la nostra identità dal simbolo della lista, favorendo di conseguenza l’esposizione mediatica tout cour della macchina liberal-chic coniata dalla Bonino e dal Dalla Vedova. Ecco quindi perché da semplice militante pochi giorni fa non ho partecipato alla riunione indetta nella sede di Porto Recanati del PSI “Bettino Craxi”, dove si sarebbe discussa la candidatura del nuovo segretario in pectore regionale, perché a suonare per l’ennesima volta sarebbe stata la stessa musica: costruire una realtà comune con chi in comune con Noi non ha un bel niente, se non l’interesse di superare i relativi scogli elettorali per entrare nelle istituzioni. La nostra dignità di Socialisti credo valga qualcosina in più, visto il nostro passato, ma anche le tante ‘pugnalate’ alla schiena ricevute durante la Prima Repubblica, e che il tempo galantuomo, almeno in questo, ha dimostrato e sta dimostrando sempre di più il contrario. Facciamo parte del primo movimento italiano sorto nel 1892 in difesa dei lavoratori, parte integrante della Resistenza, nobile protagonista della Costituente Repubblicana e continuando così, accontentandoci di restare sempre da mero supporto ombra ai Renzi di turno, non faremo altro che dissolvere il nostro seminale patrimonio storico al vento. Potremmo guadagnare un posticino al Senato, o chissà dove, vero, ma costantemente al prezzo di piegarsi ai voleri degli alleati di turno. Non sarebbe stato meglio resettare tutto, rinunciare a effimere glorie e ripartire, come detto anche a precedenti incontri non troppo lontani, dalla base, circolando in maniera capillare nei Comuni, facendo sentire alla gente, afflitta oggi ancor di più dal disastro sanitario e finanziario del covid 19, che siamo vivi e vegeti, al loro fianco, al fianco degli studenti, al fianco dei lavoratori precari, ecc, ecc. Essendo un perfetto sconosciuto questa sorte di lettera vuol essere solo lo sfogo di un militante che nei vari anfratti della Sinistra aveva trovato proprio nel Socialismo la scelta più ovvia, democratica e giusta per tentare di risolvere i problemi delle classi più svantaggiate, e che tutt’ora ha questa convinzione. 

W IL SOCIALISMO !


domenica 26 luglio 2020

FINALMENTE PRENDE VITA ANCHE NELLE MARCHE : HANNO PERSO IL PELO MA NON IL VIZIO !

"Gira sul Web da oggi, quanto sotto riportato ; PRATICAMENTE COSTORO HANNO PERSO IL PELO MA NON IL VIZIO..... Naturalmente ci riferiamo in particolare ai protagonisti di sempre, che continuano a definirsi Socialisti, specializzati nella distruzione totale di una prestigiosa e gloriosa storia iniziata nel 1892. "
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
FINALMENTE PRENDE VITA ANCHE NELLE MARCHE (DOPO TOSCANA, VENETO E LIGURIA) L’ALLEANZA, PER LE ELEZIONI REGIONALI, TRA ITALIA VIVA, PSI E DEMOS. IL SIMBOLO CONTERRÀ I TRE LOGHI. DA DOMANI SI LAVORA SUL PROGRAMMA (PRIORITÀ: SVOLTA CONCRETA SU SANITÀ E RICOSTRUZIONE TERREMOTO) E SULLA COMPOSIZIONE DELLE LISTE. NEL FINE SETTIMANA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE PRESENTI I DIRIGENTI NAZIONALI. LO STESSO SIMBOLO ANCHE PER LE COMUNALI DI MACERATA DOVE ESISTE DA TEMPO IL GRUPPO CONSILIARE PSI- ITALIA VIVA . UN RINGRAZIAMENTO AL COMPAGNO On.ORESTE PASTORELLI, COMMISSARIO DEL PSI REGIONALE, CHE HA LAVORATO PER UNIRE IL PARTITO SU QUESTA POSIZIONE POLITICA. QUELLO CHE SEMBRAVA IMPOSSIBILE ADESSO È REALTÀ! SI È EVITATO CHE IL PARTITO SCOMPARISSE IN LISTE ANONIME, SENZA SIMBOLI ED IDENTITÀ O CON IDENTITÀ LONTANE DALLA NOSTRA! 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
FINALMENTE PER CHI ?

Quale Unita' socialista si sarebbe attuata ? Quella delle politiche neo - liberiste di Italia Viva, condite dal Jobs Act e la deforma costituzionale di Renziana e Nenciniana Memoria ? Poi come capita nelle migliori FALSE TRADIZIONI FAMILIARI , sempre gli stessi porotagonisti in prima fila a Commemorare il COMPAGNO GIACOMO BRODOLINI (padre dello statuto dei lavoratori, l'esatto contrario del JOBS ACT) al cimitero di Recanati, il giorno del 51° anniversario della morte, senza nessuna vergogna. Una piccola parentesi su "I DEMOS", terzo movimento aggiunto di chiara ispirazione centrista / conservatrice, con uno stile del tutto personale di una singola persona oggi presente solamente nel comune di Civitanova Marche.

DA DOMANI SI LAVORA SUL PROGRAMMA, QUALE ? 

IL terremoto 2016 ?  Nessuno dei tre raggruppamenti dopo quattro anni si e' mai interessato delle vere problematiche del terremoto, non ne sanno nulla e tantomeno da dove cominciare. (solo fumo negli occhi) Unica cosa portata avanti dai soliti protagonisti e' il tesseramento, a costo zero per le zone del cratere su  indicazioni del partito nazionale....
La sanita ? Si e' persa una occasione importante dopo una battaglia vera e legittima contro il covid center di Civitanova Marche ; praticamente prima si e' combattuto CERISCIOLI poi ci si allea o meglio si va a fare il cespuglio compiacente della continuita di Ceriscioli..."MANGIALARDI"  Buon Lavoro !

ANCHE PER LE COMUNALI DI MACERATA DOVE ESISTE DA TEMPO IL GRUPPO CONSILIARE PSI - ITALIA VIVA . QUALE GRUPPO CONSILIARE ?

A macerta non esiste nessun gruppo PSI - ITALIA VIVA, ma solamente il gruppo ITALIA VIVA, costituito da due EX SOCIALISTI RINNEGATI passati al PD circa 10 anni fa', Renziani di comodo oggi in Italia Viva.

PASTORELLI HA LAVORATO PER UNIRE... IL PARTITO ?

Il partito regionale e' sempre di piu allo sbando, considerando che Pieroni (Gia' assessore senza nome)   ha scelto comodamente di candidarsi a sindaco, nella sua riserva elettorale di Loreto. Da ricordare che se Pieroni sceglieva di ricandidarsi in Regione il Simbolo del partito non sarebbe mai arrivato, perche' di fatto ha sempre fatto il brutto e il cattivo tempo, naturalmente, sempre come lavoratore autonomo della politica.

QUELLO CHE SEMBRAVA IMPOSSIBILE ADESSO È REALTÀ.... QUALE REALTA ?

REALTA SCONTATA, CONOSCENDO LA PROPENSIONE RENZIANA E CONSERVATRICE DEI PROTAGONISTI, CHE PREDICANO BENE QUANDO BISOGNA COMBATTERE PER IL RIEQUILIBRIO DELLE FEDERAZIONI DEL SUD MARCHE E RAZZOLANO MALE (VERGOGNOSAMENTE) QUANDO BISOGNA COINVOLGERE E ASCOLTARE I COMPAGNI MILITANTI DELLE PROPRIE FEDERAZIONI.


LA FEDERAZIONE DI MACERATA  DEL PSI ? 

Come ci racconta un prestigioso militante della storica sezione del PSI di Camerino, il Compagno NANDO FERRETTI : era indispensabile una lista autonoma socialista !!! Qualcuno che non se la sente di essere in prima linea, ma che vuole essere sempre in prima fila, abbia il coraggio di  fare dei passi indietro per il bene del Partito che dicono di amare !!!! CONDIVIDIAMO IL SUO PENSIERO.....NATURALMENTE, URGE UNA ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI AL PSI DELLA FEDERAZIONE DI MACERATA, SE NESSUNO SI PRENDE LA BRIGA DELLA CONVOCAZIONE A BREVE CI AUTOCONVOCHEREMO !

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

GRAZIE PER L'ATTENZIONE, QUESTO DOVEVAMO A COMPAGNI E SIMPATIZZANTI... 


I SOCIALISTI MILITANTI (ALMENO UNA PARTE) DELLE MARCHE


martedì 7 luglio 2020

P S I MACERATA : Ci ha lasciato "SERENA" la mamma del Compagno "Alessandro Brandoni"


IERI È VENUTA A MANCARE "SERENA" LA MAMMA DEL COMPAGNO "ALESSANDRO BRANDONI". 

I SOCIALISTI MARCHIGIANI INVIANO A LUI ED A TUTTA LA SUA FAMIGLIA LE PIÙ SENTITE CONDOGLIANZE, PARTECIPANDO CON AFFETTO  AL  GRANDE DOLORE.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Grazie a tutti di cuore ! Molti di voi non l'hanno conosciuta. È stata una bravissima e apprezzata professoressa di lettere alla Dante Alighieri di Macerata ma soprattutto una mamma amorevole e oltremodo generosa con I suoi figli.

Negli ultimi anni di vita ha molto sofferto per problemi di salute e spero che questo passaggio sia per lei fonte di ritrovata serenità.

Possa riposare nella pace del Signore come merita.

Alessandro 
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I funerali, si terranno domani Mercoledi 8 luglio alle ore 10 presso la chiesa di san Francesco a Macerata, nella zona della ex caserma della guardia di finanza, dietro via roma......






sabato 22 febbraio 2020

ANCONA : CI HA LASCIATO IL COMPAGNO "ALFONSO MARIA CAPRIOLO"

GRAVE LUTTO PER I SOCIALISTI MARCHIGIANI

Questa mattina, cogliendo tutti di sorpresa, è venuto a mancare il Compagno avv. Alfonso Maria Capriolo.
Figura nota ed apprezzata dai cittadini anconetani, quale Presidente del Sistema Museale della provincia di Ancona, Presidente del circolo culturale Pietro Nenni,nonchè prestigioso avvocato del Foro di Ancona, patrocinante in Cassazione. Da sempre militante socialista nè ha ricoperto importanti incarichi dirigenziali,con grande saggezza,sobrietà ed equilibro politico. I socialisti marchigiani piangono un compagno colto ed altruista,sempre disponibile per il prossimo, il cui orizzonte politico è sempre stato " il partito socialista prima di ogni interesse personale".
A nome dei compagni ed amici dell'associazione "Socialismo xxi delle Marche",che ho l'onore di presiedere,piango la perdita di un compagno,ma sopratutto la scomparsa di un carissimo amico, una persona squisita per le sue immani doti di bontà,altruismo,solidarietà nei confronti di chi aveva bisogno di aiuto. Una grave perdita per la comunità socialista marchigiana,una immensa perdita per sua moglie Marina ed i suoi cari. A lei, amica e Compagna Socialista, esprimo le più sentite,sincere, condoglianze ,mie personali e dei compagni tutti di Socialismo XXI delle Marche, per la perdita del caro Alfonso; una persona che rimarrà sempre nei nostri cuori e che ricorderemo sempre con profondo rispetto e stima.

Le persone muoiono, ma le idee da loro perseguite con coerenza e lealtà negli ideali del socialismo, come ha sempre fatto il Compagno Alfonso Capriolo, rimangono indelebili nei nostri cuori.

LUCIANO VITA
Già segretario regionale del Partito Socialista Italiano 
Presidente dell'associazione "Socialismo XXI Marche"
___________________________________________________________________

Alfonso Capriolo era un intellettuale colto e generoso, un socialista sempre coerente e curioso che tanto ha lavorato nel sistema culturale della nostra Provincia.
Se n'è andato silenziosamente dopo una breve malattia: non potevo dire di conoscerlo davvero, ma si vedeva da lontano quanto fosse una persona di grande valore. Venendo a trovarci a Fabriano, per un incontro del Circolo Sandro Pertini, ci donò un meraviglioso manifesto degli anni '70.
Posso solo fare le mie condoglianze a Marina e ai compagni e compagne di Ancona, a cui Alfonso col suo impegno aveva regalato un'ultima bellissima iniziativa, la posa della pietra d'inciampo dedicata a Vittoria Nenni, e scrivere queste parole in ricordo di una bella persona e un bravo compagno, un altro pezzo di questa piccola comunità che perdiamo.

Addio Alfonso, chi ha compagni non morirà.

MANFREDI MANGANO (Socialisti Fabriano)
__________________________________________________________________

I funerali avranno luogo lunedì 24 Febbraio alle ore 14,30 presso la chiesa parrocchiale di Santa Maria della Misericordia, in via Giannelli ad Ancona.

Si ringrazia quanti vorranno partecipare.



sabato 15 febbraio 2020

TOLENTINO : CI HA LASCIATO IL COMPAGNO "GIUSEPPE D'ARIENZO" (PEPPINO)

Con profondo dolore annuncio la scomparsa del compagno Giuseppe D'arienzo. Il carissimo Peppino l'amico fraterno di una vita ha cessato di combattere ed è spirato serenamente pochi minuti fa. I socialisti di Tolentino e dell'intera regione si inchinano con le loro bandiere e si uniscono al dolore della moglie Assunta, dei figli Francesca e Sergio dei nipoti e ne ricordano l'esempio straordinario di uomo,marito e padre esemplare, professionista rigoroso e giusto, amministratore pubblico infaticabile e competente, militante leale appassionato dalla fede cristallina, l'amico generoso oltre ogni limite e altruista. Caro Peppino non ti dimenticheremo mai e costituirsi sempre per tutti noi un punto alto di riferimento.

Claudio Simonetti (Socialisti Tolentino)

martedì 4 febbraio 2020

SALERNO : SI E' SPENTO "SALVATORE ELETTO" PADRE DEL COMPAGNO "SERGIO ELETTO"


SI E' SPENTO IERI A SALERNO  "SALVATORE ELETTO" PADRE DEL COMPAGNO "SERGIO ELETTO" RESIDENTE A MACERATA.

I SOCIALISTI MACERATESI E MARCHIGIANI SALUTANO "SALVATORE" ED ESPRIMONO SENTITE CONDOGLIANZE A SERGIO, SUA MADRE ANNA E A TUTTA LA FAMIGLIA.


Le esequie muoveranno dall'abitazione di SALERNO in via R. De Fugaldo n° 1 alle ore 13,00 di oggi Martedi' 4 Febbraio 2020 e prseguiranno per il TEMPIO CREMATORIO DI CAVA DE' TIRRENI, dove giovedi 6 Febbraio 2020 alle ore 13,00 avra luogo il rito della CREMAZIONE.

TUTTI I POST - ARCHIVIO