domenica 29 novembre 2009

Intervista a Nichi Vendola

“La gente è con me. Emiliano accetti le primarie”.

http://www.sinistraeliberta.eu/wp-content/themes/sel2010/images/nichi.jpg

Vendola : la gente è con me. D’Alema, anche 5 anni fa disse che non potevo vincere…


INTERVISTA di Riccardo Barenghi Roma – La Stampa pag 19 del 27/11/2009

Il Governatore della Puglia

“Vogliono candidare qualcuno contro di me? Prego si accomodino. A patto però che l’eventuale mio concorrente accetti le primarie. E vedremo chi ha più consenso”.

Nichi Vendola, Governatore della Puglia, non appare preoccupato di quel che sta accadendo nel Partito Democratico, con D’Alema che sta cercando di cambiare cavallo e mettere al suo posto l’attuale Sindaco di Bari Michele Emiliano. Per la semplice ragione che l’UDC, partito col quale il PD vuole allearsi, non accetta Vendola come candidato.

Il PD pugliese si riunirà domani per decidere chi candidare e pare che sceglieranno Emiliano e non lei. D’Alema in persona si sta spendendo molto per questa scelta e non a caso scenderà apposta in Puglia per partecipare alla riunione.

“ Ma qui siamo alla voci di corridoio, ai boatos di Transatlantico. Non c’è niente di pubblico, è tutto un si dice. A me nessuno ha ancora detto niente”.

Però ieri su La Stampa e sul Corriere è uscita la notizia che lo stesso D’Alema, proprio in Transatlantico, ha detto a Franco Giordano che il loro candidato sarà Emiliano e non lei. Anzi, più che detto, gliel’ha urlato in faccia…

“Me lo urlassero anche a me in faccia, allora. A D’Alema voglio solo ricordare che anche cinque anni fa lui diceva che io non avrei potuto vincere perché ci voleva un candidato più moderato, pure nel look : uno come me, comunista e con l’orecchino, come poteva pensare di sconfiggere la destra in una regione di destra. E invece l’ho sconfitta”.

Ora però c’è il problema di casini che non la vuole appoggiare. Lei ha capito perché?

“Veramente no, e devo dire che neanche lui è riuscito a spiegarmelo. E questo malgrado io abbia fatto di tutto per cercare un compromesso con l’UDC, anche scontando parecchi dissensi tra la mia gente. In ogni caso non posso che prenderne atto”.

Ne prende atto e che fa un passo indietro per aiutare il centro-sinistra a rivincere?

“Ma neanche per sogno, il popolo di centro sinistra in Puglia mi appoggia in modo direi tumultuoso. E mi appoggia perché abbiamo fatto scelte politiche giuste, basta farsi un giro nelle città o nel mondo del web per rendersene conto. E quel popolo, lo dico ai dirigenti del PD, è composto in gran parte di loro elettori”.

E dunque, Vendola, come se ne esce?

“Per me la strada è molto semplice, si fanno le primarie e chi vince si presenta agli elettori contro la destra”.

Primarie comunque, anche se il suo concorrente fosse Emiliano?

In tanto io non ci credo che lui voglia candidarsi contro di me mentre fino a ieri mi dimostrava entusiasmo per la mia candidatura, tanto da voler fare il coordinatore della mia futura campagna elettorale. Si trasformerebbe improvvisamente in un Giano bifronte: mi lascerebbe basito. In ogni caso, se poi decidesse di candidarsi, benissimo. Ma insisto: si presenti alle primarie. E anzi dico di più: se vincesse lui, per me sarebbe comunque una vittoria perché avrebbe vinto il popolo. Certo se invece vincessi io, la vittoria sarebbe doppia”

Non pensa che abbia pesato molto anche la vicenda giudiziaria che ha coinvolto esponenti della sua giunta?

Certo che ha pesato, ma qui voglio dire una cosa molto chiara. Da tempo, qualcuno sia a destra che a sinistra ha cercato di utilizzare la questione giudiziaria per farmi fuori. Non faccio nomi ma li definisco cecchini della politica. Purtroppo per loro non ci sono riusciti, hanno sparato a salve. Adesso poi siamo passati ad una sorta di accanimento terapeutico per convincermi a mollare, messaggi trasversali, interviste sui giornali, retroscena di ogni ordine e grado. La mia impressione è che il problema sia la politica che abbiamo messo in campo e che forse vogliono cambiare. Ma anche questo sta ottenendo l’effetto opposto: la gente ormai mi vede come una sorta di Davide contro Golia”.


Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO