giovedì 23 aprile 2009

25 APRILE; NENCINI:
NON PALCOSCENICO PER DUE
MA FESTA NAZIONALE


23/04/2009 - «Il 25 aprile sta diventando un palcoscenico per due leader di partito, dove la maggioranza dei cittadini che, come me, lo celebra da sempre come una festa nazionale è chiamata a fare da comparsa. Anziché darne una rappresentazione moderna e volta ad unire il Paese, Berlusconi e Franceschini lo stanno riducendo ad un balletto poco serio e poco edificante».

Lo dichiara Riccardo Nencini, segretario nazionale del Partito Socialista ed esponente di spicco di Sinistra e Libertà.

«Da quando ero un ragazzino – conclude Nencini - ho festeggiato il 25 aprile come una festa di unità nazionale, e negli anni passati l’ho celebrato distribuendo la Costituzione italiana e riscoprendo luoghi e simboli che la storia aveva dimenticato. A questo balletto dunque non ci sto, e così farà la maggioranza degli italiani, che ha sempre visto nel 25 aprile una festa di unità nazionale, di libertà e di democrazia».


Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO