martedì 24 settembre 2013

PSI MARCHE - TESSERAMENTO 2013

Ai Segretari Regionali

Ai Segretari Provinciali

Tesseramento 2013 


Cari compagni,

Per snellire le procedure del tesseramento dell'anno in corso e per rendere immediata la consegna della tessera, nella riunione del 9 luglio scorso con i segretari regionali, si è convenuto di cambiare il sistema di adesione al partito.


Le federazioni individueranno un compagno che sarà autorizzato alla trasmissione degli elenchi degli iscritti, il cui nominativo dovrà essere comunicato al dipartimento organizzazione e tesseramento con la sottoscrizione da parte dello stesso della privacy per la gestione dei dati sensibili. 


I dati saranno trasmessi esclusivamente con modello di foglio excel da noi fornito e non saranno presi in considerazione elenchi cartacei o difformi dal foglio base.


Le tessere saranno spedite al responsabile locale che provvederà alla distribuzione delle stesse ai compagni, non appena ricevuto l'elenco di adesione e relativo versamento della quota spettante alla direzione nazionale di seguito indicata.

I Responsabili del Tesseramento Provinciale dovranno predisporre l’invio degli elenchi al responsabile regionale del tesseramento.


Per quanto concerne le adesioni attraverso Paypal, bonifico bancario, bollettino postale, o direttamente in direzione nazionale, le tessera di adesione saranno trasmesse direttamente dalla direzione.

Le quote di adesione per l’anno 2013 sono:

  • Parlamentari, assessori regionali e consiglieri regionali 500 €
  • Membri della segreteria nazionale 400 €
  • Membri della direzione 200 €
  • Membri del consiglio nazionale 100 €
  • Sindaci, Assessori e Consiglieri provinciali, Assessori Comunali oltre i 15.000 abitanti 50 €
  • Per tutti gli altri iscritti la quota è di 30 €

Le quote di ripartizione dovranno essere distribuite, a cura del responsabile provinciale del tesseramento, nel modo seguente: 5 € dovranno essere inviate al regionale, 5 € per la federazione e 20 € dovranno essere inviate alla Direzione nazionale.


Le adesioni dei parlamentari, dei componenti della segreteria nazionale, degli assessori e consiglieri regionali , dei membri della direzione e del consiglio nazionale dovranno essere effettuate direttamente presso la direzione nazionale con l’obbligo di sottoscrivere l’abbonamento per l’anno 2013 all’Avanti e Mondoperaio.


Si precisa infine, che il termine ultimo per l’iscrizione al partito è fissata al 31.Gennaio.2014. 


Il Responsabile  Organizzazione

            Luigi Incarnato

giovedì 19 settembre 2013

ANCONA - VALDO SPINI : "La buona politica. Da Machiavelli alla Terza Repubblica. Riflessioni di un socialista".

Valdo Spini 
Mercoledì 25 settembre alle 18 sarò ad Ancona a presentare al Circolo Fratelli Rosselli delle Marche (Sala Anpi, via Palestro) il mio nuovo libro "La buona politica. Da Machiavelli alla Terza Repubblica. Riflessioni di un socialista".

giovedì 12 settembre 2013

PSI MARCHE IN LUTTO - CI HA LASCATO IL COMPAGNO "DINO CIUCCARELLI"

Cari compagni e compagne,
un grave lutto ha colpito improvvisamente il nostro partito.

A seguito di un tragico incidente stradale ci ha lasciato il compagno Dino Ciuccarelli, dirigente regionale e nazionale negli settanta  del Partito Socialista Italiano, ove tra gli altri , ha ricoperto la carica di assessore provinciale ai lavori pubblici  della allora  unica provincia di Ascoli Piceno, sotto la presidenza di un altro compagno socialista, Francesco Carbone, anche lui scomparso.
Nonostante i suoi 79 anni Dino era ancora molto impegnato nel Partito Socialista del fermano, nella fondazione per i problemi economico sociali "G.Carducci di Fermo" e continuava a collaborare con il sindaco della sua Grottazolina sui problemi di interesse cittadino.A nome di tutti i Socialisti marchigiani e di quanti lo hanno direttamente conosciuto, apprezzato e stimato, porgo le più sentite condoglianze alla sua famiglia ed invito i militanti socialisti a partecipare alle esequie.
Il compagno Ciuccarelli lascia la moglie i suoi due figli, la nuora e la sua prima nipotina nata proprio pochi giorni fa.

I funerali si svolgeranno domani venerdì 13 settembre 2013 alle ore 15,30 presso la Collegiata principale del Comune di Grottazzolina (FM)


Il Segretario Regionale PSI - Marche 
Luciano Vita.

PSI - NENCINI SCRIVE AI SEGRETARI PROVINCIALI E REGIONALI

domenica 1 settembre 2013

TIRABOSCHI - IL VERO SCONTRO !

di Angelo Tiraboschi

Mi scuso per il riferimento personale. Venti anni fa con una lettera pubblica annunciai che non mi sarei ricandidato. Espressi l’augurio che i nuovi fossero in grado di fare meglio di me, di noi.
Lo scopo non è di confrontare stagioni tra loro diverse, ma di ripartire da lì per capire meglio quel che siamo oggi. Nel ’93, si rimproverava a Del Mastro (un vero riformista) di non rappresentare la “discontinuità”. Egli era stato al governo locale con la DC. I suoi accusatori, quelli che non vollero appoggiarlo, dopo poco con la DC si allearono, poi, con gran parte di essa, si fusero.
C’erano un’aria pesante ed un’esibita superiorità morale.Si realizzò la trasformazione dell’Italia in un paese nelle mani di una magistratura inquirente e di un sistema informativo che ignoravano l’Habeas corpus e istruivano processi e comminavano condanne sulle pagine dei giornali prima cha a farlo fossero i tribunali.” (Piero Ostellino 27.08.2013).
I nuovi avrebbero governato in modo superlativo. Con i Del Mastro, i Mascino, i Caporossi ed altri c’erano la creatività, l’innovazione, il gusto di fare e di studiare. Anche in altre località delle Marche vi erano esponenti di valore. Varrebbe la pena di valutare quale capitale umano è stato disperso.
Poi, dopo il ’94, ne abbiamo viste tante. Ad Ancona la città ha perso funzioni strategiche. Degrado è il titolo di un racconto triste su di un capoluogo in declino. Negli ultimi anni, a proposito di capacità di governo, un rispettabile signore, nella immobilità e tra interne diatribe, ha occupato ad oltranza e con dedizione la carica di sindaco.
E’ stata eletta una donna. Speriamo bene. Però, non si va lontano se non si ha un progetto complessivo. Né se, come ha fatto il segretario regionale del PD, si canta vittoria per le elezioni del 24 giugno. Ha votato il 41% degli elettori. Alla indifferenza si aggiungono un aperto rifiuto e il disprezzo per la politica. Altro che vittoria! C’è una complessità economica, politica, democratica senza precedenti.
Sarebbe salutare se si cancellassero le pesanti tracce di una incredibile e cattiva cultura secondo cui basta essere stati comunisti per avere una superiorità sugli altri (invocata ancora in questi giorni da Asor Rosa), il diritto di stilare la lista dei buoni e dei cattivi, il vezzo di non ascoltare. Né può bastare Renzi. Se il renzizmo, a livello locale, si limiterà a contare le teste di quelli che ci sono già sarà poco utile. A Renzi spetterebbe il compito di non giocare sull’ attuale scacchiera politica, ma di rompere gli schemi aprendo una nuova stagione.
Ancora una volta lo scontro vero sarà tra una sinistra conservatrice e falsamente moralista e una sinistra riformatrice che vuole cambiare. Nei venti anni trascorsi non c’è stata partita: hanno prevalso i conservatori e i risultati (purtroppo) si sono visti.

Ancona - Settembre 2013

TUTTI I POST - ARCHIVIO