mercoledì 12 agosto 2009

NORME A SOSTEGNO DEI GENITORI SEPARATI
IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ


Ancona, 11/08/2009 - Il Consigliere Antonio D’Isidoro, Presidente del Gruppo Socialista alla Regione Marche, nel depositare la proposta di legge a sua iniziativa ed avente ad oggetto: Modifiche alla L.R. 16 dicembre 2005, N. 36 “Riordino del sistema regionale delle NORME A SOSTEGNO DEI GENITORI SEPARATI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ. politiche abitative”, ha rilasciato la dichiarazione che segue:

La presente proposta di legge nasce dalla necessità di fornire una attenzione istituzionale alle questioni di carattere sociale, economico e personale che possono avere origine dalla fine del rapporto matrimoniale. E’ apparso così opportuno offrire una maggiore tutela ai coniugi separati, sia dal punto di vista psicologico che da quello di carattere materiale conseguente al non affidamento dell’abitazione familiare.

Questo ultimo aspetto e le conseguenze che da esso hanno origine sono ancora oggi poco conosciute e sottovalutate e comportano di frequente l’impossibilità di condurre una vita dignitosa, a causa dell’indisponibilità di mezzi di sostentamento adeguati.

La casa è il primo, grande ostacolo che si trova a dover affrontare chi vuole, o deve, ricominciare un’altra vita; molto spesso, infatti, non disporre delle risorse necessarie per reperire un alloggio significa rendere ancora più complicati se non impossibili i rapporti con i figli. Ciò può minare fortemente il principio della “bigenitorialità”, che costituisce l’aspetto centrale della nuova normativa in materia di affidamento condiviso.

Scopo di questa proposta di legge è, pertanto, quello di istituire uno strumento di sostegno psicologico e di informazione per le coppie che si separano, promuovendo, nell’ambito degli interventi del Piano Sociale, la realizzazione dei Centri di assistenza e mediazione familiare e di apportare alcune modifiche alla l.r. 16 dicembre 2005, n. 36 “Riordino del sistema regionale delle politiche abitative”, in modo tale che le situazioni di disagio che vivono i coniugi separati non assegnatari della casa familiare siano prese in considerazione all’interno delle politiche regionali relative all’edilizia residenziale.

Tale progetto di legge sarà comunque, oggetto di una apposita conferenza stampa che servirà ad approfondirne i diversi aspetti anche da un punto di vista tecnico.

Alla stessa parteciperanno le associazioni interessate esistenti sul territorio regionale.

La conferenza stampa si terrà alla ripresa dell’attività legislativa della Regione Marche, e cioè nella prima decade del prossimo mese di settembre.


Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO