mercoledì 2 settembre 2009

DI LELLO: SOLIDARIETA' AI PRECARI DELLA SCUOLA PUBBLICA
NO AI FINANZIAMENTI A QUELLA PRIVATA
02/09/2009 - I tagli della "Donna di denari" Mariastella Gelmini, che pensa di riformare la scuola italiana con la scimitarra non solo impoveriscono la capacità formativa della già malconcia scuola pubblica italiana ma rischiano di mettere in una situazione drammatica quasi 50mila lavoratori, tra docenti e Ata, che si stanno ritrovando disoccupati da un giorno all'altro senza nessuna certezza per il futuro: per questo SeL ha già avviato una raccolta firme sulla campagna Studiare meglio Studiare tutti, chiedendo il ritiro della riforma e non farà mancare il proprio sostegno ai precari in lotta per il mantenimento del proprio posto di lavoro": così Marco Di Lello, coordinatore della segreteria del PS ed esponente di Sinistra e Libertà. "Al danno rischia di aggiungersi la beffa: sono pronto a scommettere - ha concluso Di Lello - che Berlusconi proverà a ricucire i difficili rapporti con le gerarchie vaticane aprendo i cordoni della borsa in favore della scuola privata: e così, come si dice a Napoli, i precari saranno cornuti e mazziati"

Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO