martedì 28 luglio 2009

NENCINI: SU CASO “I SICILIANI” PARADOSSO DELLA GIUSTIZIA


28/07/2009 - “Quello che non fanno le istituzioni lo faranno i privati cittadini dando una mano concreta agli ex dipendenti della cooperativa giornalistica fondata da Giuseppe Fava,
"I siciliani"
E’ quanto afferma Riccardo Nencini, dirigente di Sinistra e Libertà e segretario del Partito Socialista, che ha aperto una sottoscrizione per aiutare gli ex dipendenti della cooperativa tra cui lo stesso figlio del giornalista assassinato dalla mafia. “Mi chiedo - afferma il leader Socialista - se sia possibile che dopo 25 anni si possa ancora essere chiamati a rispondere dei debiti del quotidiano ma soprattutto vorrei sapere dal ministro Alfano se in casi come questo, lo Stato non potrebbe almeno rinunciare ad incassare le spese processuali. Tra le stranezze della giustizia italiana, che batte cassa con i giornalisti che mantennero viva per tre anni la testata nonostante l’assassinio del suo fondatore, - conclude Nencini - c’è anche questa di chiedere non solo soldi per saldare creditori, nel frattempo morti o non più esistenti come nel caso del disciolto ente IRCAC, ma anche per la sua lentezza, per le spese di un causa fallimentare durata un quarto di secolo, interessi compresi.”


Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO