martedì 26 maggio 2009

CRAXI:LA SECONDA REPUBBLICA
STA MARCENDO NELL'IMMORALITA'
26/05/2009 - “Qualcuno dovrebbe spiegare al capo dell’opposizione democratica che la politica non si fa così e che esistono dei limiti che non debbono essere oltrepassati: lasci che agli scandali giornalistici rispondano i protagonisti”. E’ quanto afferma in una nota Bobo Craxi. “Non vedo cosa c’entri Franceschini”, aggiunge Craxi, “con il caso di Casoria: ma che razza di riformista e democratico è mai uno che si ‘impiccia’ in questo modo di questioni che non riguardano l’opposizione democratica di un Paese? La verità”, conclude l’esponente del Ps, “è che la seconda Repubblica, nata sull’ipocrisia politica, sta marcendo nell’immoralità delle sue classi dirigenti”.
MILANO. SINISTRA E LIBERTA’
DAVANTI AL PIRELLONE
DENUNCIA I DIRITTI NEGATI DA FORMIGONI

26/05/2009 - “La Provincia è l’ultima roccaforte dei laici in regione Lombardia. La cultura laica è oggi schiacciata e mortificata dalle politiche della Regione e del Comune, per non parlare del Governo nazionale. Faccio un appello perché i cittadini votino per una sinistra moderna, laica e libertaria.” Lo ha dichiarato il ginecologo Francesco DAMBROSIO candidato in Provincia di Milano per la lista Sinistra per la Provincia di Milano durante la manifestazione che si è svolta questa mattina davanti al Pirellone. DAMBROSIO che nel 1978 fu il primo medico a Milano a dirigere il reparto per l’applicazione della legge 194, insieme a Roberto BISCARDINI, ha aggiunto: “I diritti dei cittadini in Lombardia sono illegittimamente calpestati dalle politiche regionali. Fa scandalo – ha aggiunto BISCARDINI – che gli operatori del settore dell’ostetricia e della ginecologia in Lombardia siano per l’80% obiettori. Ed è scandaloso che i consultori privati ed accreditati in Regione facciano l’esatto contrario di ciò che dovrebbero fare per legge. Non fanno informazione, non orientano sui metodi contraccettivi, non prescrivono la pillola del giorno dopo e men che meno orientano sull’importazione della RU-486”.
Onofrio Introna: La Sinistra è Buongoverno
26/05/2009 - Siamo la nazione con i salari più bassi d’Europa e con un impoverimento da non credere dei lavoratori più umili. Del resto di statistiche, di cifre e di ipotesi sul breve, medio e lungo periodo si parla spesso e volentieri. E quindi, non lo farò anch’io. Dico solamente però che pensare ad un salario minimo europeo, investire in posti di lavoro nei comparti nei quali il mercato offre più spazio –e mi riferisco alla cosiddetta economia verde, la bioedilizia, ecc.- non è un presupposto sbagliato dal quale partire alla vigilia di questa competizione elettorale sia guardando all’Europa, che al nostro territorio. Ridurre il precariato, dare voce a chi non ha una casa e non può neppure permettersela, pensare a trasporti più efficienti, al potenziamento delle infrastrutture e dei servizi, garantendone il valore pubblico – mi riferisco all’energia ed all’acqua- tutelando utenti e consumatori, sono solo alcuni degli obiettivi di Sinistra e Libertà e del Partito Socialista. In sintonia con il movimento fondato da Nichi Vendola andiamo, a mio parere, nell’unica direzione possibile: quella dei lavoratori. Questo era il credo del Partito Socialista sin dalla sua fondazione, questo è sempre rimasto il presupposto dal quale non abbiamo mai derogato: essere dalla parte di chi lavora, ma anche di tutti coloro che non hanno voce, per garantirne la dignità, i diritti, l’integrazione. Con grande soddisfazione devo dire che la mission di Sinistrà e Libertà è arrivata al cuore anche dei giovani. La lista che abbiamo presentato al Comune, “Sinistra per Bari” ed alla Provincia,“Sinistra per la Provincia” ospita candidati la maggior parte dei quali ha meno di quarant’anni e di questi 19 su 44 sono donne. Insomma, Sinistra e Libertà è la grande novità di questa tornata elettorale, pensando alle politiche di genere, pensando alla formazione ed alla ricerca, per rendere i giovani tutti cittadini dell’Europa attraverso la mobilità e l’Erasmus per gli studenti e per i giovani lavoratori. Ma, il nostro impegno va anche e soprattutto nei confronti del Mezzogiorno, parte attiva nell’Europa che guarda al Mediterraneo, ma anche alla Cina, all’India, alla Russia. I candidati delle liste di Sinistra e Libertà hanno voglia e competenze per misurarsi con tutto questo e con molto altro ancora. Ad iniziare dai problemi del loro territorio. Certo, le amministrazioni uscenti, comunale e provinciale, hanno lavorato bene, dando soluzioni a problemi accantonati da decenni. Mi riferisco alla messa in sicurezza della Fibronit, della spiaggia Pane e Pomodoro edificata sull’amianto assieme a Torre Quetta; mi riferisco alla ricostruzione del Teatro Petruzzelli, alla metropolitana leggera verso il S. Paolo, ai parcheggi ed alla politica del traffico ed al Park & Ride, tutte operazioni fortemente volute dal sindaco Emiliano. Sino al contributo dato alla crescita del territorio dall’instancabile presidente Divella ed a molto altro ancora. Ma, accanto a loro, questa volta ci saranno pure i giovani eletti nelle liste di “Sinistra per Bari” e di “Sinistra per la Provincia” pronti a scendere in campo, fortemente agguerriti ed interpreti delle istanze dei cittadini.

Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO