lunedì 18 maggio 2009

EUROPEE: GRANDE SUCCESSO
PER IL MEETING DEI ‘MILLE PER BATTILOCCHIO’

18/05/2009 - Si è conclusa a Tolfa (Rm) la due giorni “Meeting dei mille”, organizzata dal comitato elettorale “Mille giovani per Battilocchio”, che sostiene la candidatura alle elezioni europee dell’eurodeputato uscente Alessandro Battilocchio, candidato nella lista di Sinistra e libertà. Un appuntamento al quale hanno preso parte oltre 300 giovani provenienti da tutta Italia, che hanno elaborato proposte e nuove idee per la fase finale della campagna elettorale. I partecipanti, ieri, dopo un lungo dibattito di apertura, si sono infatti divisi in tre gruppi di lavoro su comunicazione, programma elettorale e organizzazione di iniziative da intraprendere, ed hanno elaborato un piano per le ultime due settimane precedenti alle elezioni. Soprattutto iniziative mirate verso le nuove generazioni, con sit-in davanti alle università delle principali città del centro Italia e la creazione di network di comunicazione sulle piattaforme web più¨ utilizzate dai giovani. In più, due sorprese legate allo slogan della campagna elettorale, gi¨¤ ideato dal comitato: “Battil’occhio all’Europa”, presente su tutto il materiale elettorale, accompagnato dall’emoticon formata dal punto e virgola e dalla parentesi, utilizzata dai giovani utenti di facebook e nella messaggistica sui telefonini. “Con questo evento – affermano dal comitato elettorale – abbiamo voluto dare un segnale ai tanti giovani che come noi vogliono essere protagonisti del proprio futuro, perchè¦ siamo figli di una generazione difficile, ma parliamo lo stesso linguaggio e soprattutto abbiamo esigenze ed istanze comuni anche se viviamo in territori diversi. Insieme ad Alessandro Battilocchio, deputato più´ giovane d’Europa, abbiamo parlato di lavoro, welfare, formazione, opportunità europee, ed abbiamo lanciato nuove idee, per una politica dal volto nuovo che sappia dialogare con i giovani anche attraverso gli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione”. Al termine della due giorni, nella quale si sono tenute anche una partita di calcio, concerti musicali ed uno spettacolo teatrale, Battilocchio ha sottoscritto un documento programmatico che gli è stato sottoposto dai ragazzi.


SALARI. DI LELLO: IL GOVERNO FA SCIVOLARE
L'ITALIA FUORI DAL CONTESTO EUROPEO

18/05/2009 - “Mentre l’Ocse ci dice che i salari dei nostri lavoratori sono tra i più bassi del mondo il governo Berlusconi, sempre più ostaggio dell’impostazione antimeridionalista della Lega Nord, insiste sulla necessità di reintrodurre le gabbie salariali. Un controsenso bello e buono: invece di uniformare i salari dei lavoratori italiani alla media europea, si ipotizzano ulteriori misure discriminatorie per i lavoratori del Meridione, già pesantemente penalizzati”. E’ quanto ha affermato Marco Di Lello, coordinatore nazionale del Partito Socialista e candidato al Parlamento Europeo per Sinistra e Libertà nel collegio meridionale, commentando gli ultimi dati diffusi dall’Ocse. “Il problema dei bassi salari non è legato solo al carico contributivo e fiscale, che anzi serve a mantenere in piedi un sistema di sicurezze sociali conquistato dai lavoratori a prezzo di durissimi sacrifici, ma alla mancanza di politiche dei redditi che vadano nella direzione dell’equità. E’ profondamente sbagliato pensare di sacrificare ulteriormente i livelli salariali dei lavoratori meridionali sull’altare della competitività sui mercati delle imprese: si tratta di un’impostazione largamente superata, grazie alla quale il governo Berlusconi fa scivolare l’Italia fuori dal contesto europeo. Come Socialisti europei – conclude Di Lello – ci batteremo perché le dinamiche salariali del Vecchio Continente siano uniformate a un criterio di progressività ed equità”.


Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO