martedì 12 maggio 2009

PAR CONDICIO. RICORSO A CALABRO’ CONTRO MASSACRO DI LEGALITA’ PER SINISTRA E LIBERTA'

Nencini:
"Non sappiamo che farcene dell'elemosina dei tg nazionali."


12/05/2009 - Denunciamo il massacro di legalità messo in atto dai tg nazionali nei confronti di Sinistra e Libertà in palese violazione ai principi, stabiliti dalla legge, della parità di trattamento, del pluralismo informativo, della completezza dell’informazione, dell’obiettività e dell’imparzialità» Così Riccardo Nencini annunciando un ricorso presentato oggi da Sinistra e Libertà al Garante della Comunicazione Corrado Calabrò. Il provvedimento è stato sottoscritto, oltre che dallo stesso Nencini, da Claudio Fava, Grazia Francescato, Umberto Guidoni e Nichi Vendola. «Sinistra e Libertà – spiega Nencini – viene sistematicamente ignorata dall’informazione nazionale. Spicca la Rai, che dal 16 al 28 aprile ha concesso la parola ai nostri rappresentanti per 42 secondi su un totale di oltre 3 ore, ma Mediaset non fa tanto meglio, con poco più di un minuto. «Questa – conclude Nencini - è elemosina e noi dell’elemosina non sappiamo che farcene. Quando la legge impone il “particolare rigore” nel rispetto dei principi base dell’informazione la legge deve essere rispettata, non piegata a logiche che, ancora una volta, favoriscono quel monopartitismo imperfetto che fa sempre più assomigliare la nostra democrazia a un regime sudamericano».

Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO