sabato 9 maggio 2009

Referendum: Nencini:
Il Partito Socialista voterà No

08/05/2009 - "Ci sono troppi furbi a Sinistra che prendono sottogamba il referendum, ma io dico che è meglio la fascistissima legge Acerbo, esordio della violazione democratica in Italia, che la legge che potrebbe uscire da un Si al referendum. Per questo motivo il Partito Socialista voterà No e lo spiegherà in ogni sede". Lo ha affermato il Segretario Socialista Riccardo Nencini presentando i 15 candidati del partito alle Europee all'interno delle liste di Sinistra e Libertà, tra i quali Alessandro Battilocchio, Marco Di Lello, Luca Cefisi. "La caduta del Partito Democratico sarà roboante e sonora e il simbolo di Sinistra e Libertà, così come quello di Di Pietro, farà molto male a Franceschini, a patto che - ha proseguito Nencini - non perda la sua funzione iniziale di simbolo ferocemente antitetico e conflittuale sia nei confronti del Pd che della sinistra radicale di Ferrero e Diliberto. I nostri potenziali voti infatti arriveranno dalla crisi sonora del Partito Democratico e da chi è stanco di una sinistra chiusa in se stessa e non in grado di governare".

Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI I POST - ARCHIVIO